Il Sole 24Ore Edilizia e Territorio
16 maggio 2013

 

Sarà un confronto a tutto campo con i rappresentanti delle istituzioni per ragionare su come sia possibile promuovere in modo condiviso e sinergico - tra i vari attori economici, produttivi ed amministrativi - i processi di riqualificazione urbana delle città italiane. È quello promosso dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori previsto per domani, venerdì 17 maggio a Roma, nel corso della Biennale dello Spazio Pubblico, con la tavola rotonda «UrbanPro - un Patto per la rigenerazione delle città italiane».

L'appuntamento sarà l'occasione per fare il punto sulle prime azioni di Urban Pro attivate a livello locale, sulle strategie che sono state utilizzate e sulle problematiche emerse. L'impegno di UrbanPro è infatti finalizzato all'assistenza ai soggetti locali per lo sviluppo di progetti connessi alle iniziative promosse dal Piano Città e dal sistema di finanziamenti generati dal quadro comunitario di programmazione 2014-2020.

Il Patto sottoscritto dal Consiglio Nazionale degli architetti, da Ance, Confcommercio e da Unioncamere si propone - infatti - di attivare iniziative di rigenerazione urbana sostenibile con una particolare attenzione alla valorizzazione degli spazi pubblici, alla socialità e al «fare impresa» nei centri urbani, per promuovere lo sviluppo di attività produttive anche attraverso elementi di riqualificazione urbana improntate alla sostenibilità economica ed ambientale.

(...)

Un progetto per costruire iniziative territoriali a partire da un processo definito che individui precise aree di intervento e coinvolga gli interlocutori locali.

Alla Biennale dello Spazio Pubblico tavola rotonda tra istituzioni, architetti. Ance, Confcommercio, Unioncamere

Mappa del sito