Il bando sostiene  lo sviluppo urbano integrato attraverso partnership tra le Autorità locali degli Stati dell'UE e dei paesi partner in conformità con l'Agenda 2030 sullo sviluppo sostenibile.

I progetti devono svolgersi nei Paesi partner extra UE ammissibili in uno dei diversi lotti geografici nei quali è articolato il bando 

Lotto 1 – Africa Sub-sahariana
Lotto 2 – Asia e Pacifico
Lotto 3 – America latina e Caraibi

I progetti devono riguardare i seguenti Obiettivi specifici:

1. Rafforzare la governance urbana sostenendo la capacità delle AL come decisori politici autonomi, un migliore accesso ai servizi da parte dei cittadini (inclusa l'e-governance) e promuovendo un "approccio territoriale" allo sviluppo locale.

2. Assicurare che le città siano inclusive prevenendo sia le cause sia gli effetti delle disuguaglianze, dell'emarginazione e della segregazione, anche affrontando i bisogni delle donne, dei bambini, dei giovani e dei gruppi emarginati e vulnerabili come i disabili, i migranti e gli sfollati

3. Rendere più verdi le città e migliorarne la resilienza incrementando la qualità della vita, promuovendo la crescita verde urbana e rendendo le città più efficienti sotto il profilo delle risorse attraverso modalità sostenibili di produzione e consumo;

4. Migliorare la prosperità e l’innovazione nelle città incoraggiando economie locali sostenibili, compresa l'economia circolare, promuovendo la transizione digitale e creando occupazione

Una proposta progettuale deve occuparsi di realizzare l’Obiettivo specifico 1 e almeno uno fra gli obiettivi 2, 3 e 4

Settori/temi:
- Supporto alla buona governance
- Green deal
- crescita
- creazione di occupazione
- digitalizzazione
- migrazione

Il contributo comunitario può coprire fino al 95% dei costi ammissibili (e non può scendere al di sotto del 50%) per un ammontare massimo di 3 milioni di euro

I progetti devono avere una durata compresa fra 24 e 36 mesi e devono prevedere un partenariato di almeno 2 soggetti ammissibili così costituito:
- almeno 1 partner UE,
- almeno 1 partner dello Stato beneficiario (uno degli stati ammissibili del lotto selezionato)
Il proponente può essere stabilito indifferentemente nell’UE o nello Stato beneficiario.

Il bando è qualificato come “ristretto” e questo implica che la presentazione delle proposte di progetto avvenga in due fasi: la prima consiste nell’invio delle proposte di progetto attraverso la compilazione del concept note, un formulario meno dettagliato attraverso il quale presentare il progetto in modo sintetico; solo i progetti valutati positivamente saranno inseriti in una short list e i loro proponenti saranno invitati a presentare le proposte complete di progetto. Le proposte complete devono essere CONFORMI CON QUELLE PRESENTATE ATTRAVERSO IL CONCEPT NOTE (ovvero: gli elementi presentati nel concept note non possono essere modificati nella proposta completa).
Scadenza: 23 aprile 2021 (concept note)

Per saperne di più: Sito Web

Mappa del sito