Corriere di Bologna
28 febbraio 2015
Marina Amaduzzi

 

Una gara internazionale, aperta a tutti gli architetti e gli ingegneri europei, perfino neolaureati, per progettare le cinque nuove scuole previste dall’accordo firmato dal sindaco Virginio Merola e dall’ex ministro dell’Istruzione Francesco Profumo. Un piano pubblico-privato da 30 milioni di euro che per la prima volta in Italia sperimenta l’utilizzo di un Fondo immobiliare per la realizzazione dei cinque istituti oltreché il concorso di progettazione. 

Ieri il sindaco ha firmato i protocolli di intesa con la cassa di previdenza di ingegneri e architetti e la sua Fondazione e con gli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri che danno il via al percorso che porterà ad avere in aprile i bandi. Secondo la stima di Merola la prima scuola, le nuove Carracci, sarà pronta tra due anni e mezzo, per l’anno scolastico 2017-2018. 

(...)

 

 

«E ora lanciamo una competizione anche per l’area dell’ex Staveco»

È fiducioso Pier Giorgio Giannelli, presidente dell’Ordine degli architetti. (...) «Per la prima volta il Comune ci ha dato retta. Il concorso di progettazione è un percorso di qualità, di trasparenza e di concorrenza. È un investimento nella qualità della città». 

Per quale ragione? 

«È lo strumento più valido per selezionare un progetto e non un progettista, ed è un cambio di visuale radicale. Si riporta al centro dell’operazione il progetto perché è da questo che discende in primis la qualità. A maggior ragione in questo caso, in cui si parla di spazi in cui i nostri bambini cresceranno e si formeranno». 

(...)

 

 

Gara europea per le nuove scuole. Trenta milioni fra pubblico e privati per realizzare i cinque istituti

Il Resto del Carlino
28 febbraio 2015
Valeria Melloni

 

Cinque nuovi istituti scolastici e 30 milioni pronti per «fare scuola progettando scuola». È il primo passo

fatto dal Comune, che ha firmato un protocollo di intesa con la cassa di previdenza InarCassa, la sua Fondazione e gli Ordini degli architetti e degli ingegneri, per un concorso di progettazione preliminare, ma soprattutto «un nuovo modello di finanziamento e partenariato pubblico-privato per l’edilizia scolastica», ha spiegato il sindaco Virginio Merola.

(…)

Un nuovo modello di collaborazione pubblico-privato, secondo i presidenti degli Ordini degli ingegneri e degli architetti Felice Monaco e Pier Giorgio Giannelli, che guardano anche all’ex area Staveco (dove sono in arrivo «buone notizie», come annunciato dal sindaco) per consolidare il nuovo modus operandi. 

(…)

 

 

Inarcassa lancia cinque concorsi per scuole innovative a Bologna con un fondo immobiliare

Il Sole 24Ore Edilizia e Territorio
27 febbraio 2015
Massimo Frontera

 

(…)

Muratorio (presidente Inarcassa): «Opportunità in più per i professionisti» 

«Abbiamo fortemente voluto questo progetto innovativo e sostenuto il Comune di Bologna in questa iniziativa, che coniuga sviluppo del paese e sostegno della professione. I bandi di concorso infatti contribuiranno anche ad assicurare un ritorno per l'occupazione di architetti e ingegneri. Inarcassa sarà sempre presente negli investimenti che, oltre a garantire il giusto rendimento, costituiscono delle opportunità per le nostre professioni», ha detto il presidente di Inarcassa, Paola Muratorio. (…)

 

vai alla pagina web de Il Sole 24Ore Edilizia e Territorio con il testo dell'articolo 

 

 

Bologna, cinque concorsi di progettazione per nuove scuole

Siglato accordo tra il Comune, Inarcassa e la Fondazione. Compensi basati sui parametri del D.M. 143/2013 ridotti del 20%

casaeclima.com
27 febbraio 2015

  

vai alla pagina web di casaeclima.com con il testo dell'articolo

 

 

 

È stato lanciato il 27 gennaio, Giorno della Memoria il concorso internazionale di progettazione per realizzare nel capoluogo emiliano un Memoriale per mantenere vivo il ricordo dell’Olocausto

Mappa del sito