Il Sole 24Ore Edilizia e Territorio
22 dicembre 2014
Massimo Frontera

 

Uno strumento informatico destinato agli studi professionali che consente di tenere sotto controllo i costi di gestione a 360 gradi, dal personale alle utenze, dall'hardware alle consulenze, dai costi dell'immobile a quelle per la cancelleria.

L'iniziativa è partita un po' in sordina nell'autunno del 2013, ma nel 2015 sarà rilanciata e aggiornata, nell'ambito di un più complessivo restyling del sito di riferimento per gli architetti.

«Tutto è cominciato con l'abolizione delle tariffe - spiega Simone Cola, presidente dipartimento cultura, promozione e comunicazione del Cna-. Prima i professionisti erano meglio in grado di gestire il bilancio dello studio e l'equilibrio tra entrate e uscite perché le tariffe consentivano un'esatta stima del compenso; da quando sono state eliminati i riferimenti alle tariffe, il professionista deve essere in grado di conoscere molto meglio i suoi costi e sapere fino a che punto può spingersi con i ribassi sull'offerta». Proprio per questo il Cresme ha lavorato insieme al consiglio nazionale e ha prodotto un motore di calcolo utilizzabile on line e accessibile a questo link, inserendo la password personale del professionista. 

(…)

 

Da alcuni anni il CNAPPC, in collaborazione con il Cresme, realizza periodicamente un’indagine sullo stato della professione di architetto in Italia: l’Osservatorio Professione Architetto. La struttura della ricerca è evoluta nel corso del tempo, basandosi comunque sempre su alcuni elementi base: le statistiche demografiche degli Ordini provinciali e del Consiglio nazionale, lo studio delle statistiche sui redditi e sui volumi d'affari (fonti Inarcassa e Agenzia delle entrate), le statistiche universitarie e delle abilitazioni professionale (fonte MIUR), le statistiche sull'inserimento occupazionale dei neolaureati (Almalaurea). I dati sono poi comparati con quelli relativi agli architetti degli altri paesi europei e alle altre categorie professionali italiane.
In questo modo vengono descritte le caratteristiche dell’attività svolta, gli scenari di mercato, le condizioni operative, la realtà degli studi di architettura, le prospettive e le aspettative dei professionisti.
Per alcune edizioni l’Osservatorio ha operato la sua indagine sulla base dei dati di alcuni Ordini provinciali esaminati a turno. A partire dalla quarta edizione, quella del 2014, il criterio di indagine ha assunto un respiro più ampio, attraverso la compilazione on line, da parte degli architetti sparsi in tutto il paese, di un questionario elaborato dal CNAPPC.
L’Osservatorio è uno strumento importante per conoscere in dettaglio le problematiche della professione e per individuare i percorsi da scegliere per una corretta evoluzione della propria attività.

Comunicati Stampa

È on line il nuovo sito

È on line, con una nuova veste grafica, con contenuti e sezioni più dettagliate e specifiche e con un grande spazio dedicato alle immagini e ai video, il nuovo sito (awn.it) del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori.

Un sito più ricco che intende offrire un panorama completo di quanto accade attorno alla professione di architetto, in grado di rappresentare un punto di riferimento al quale attingere informazioni sugli aspetti normativi, deontologici e formativi oltre che attingere sempre nuove occasioni di crescita professionale.

“Con questa iniziativa -  sottolinea Simone Cola, presidente del Dipartimento Cultura, Promozione e Comunicazione -  prosegue il percorso di revisione e di sviluppo del sistema di comunicazione del Consiglio Nazionale,  iniziato con la pubblicazione della rivista “L’Architetto, volto ad ampliare la piattaforma dei saperi e delle conoscenze che riguardano la professione.

“Tutto ciò -  continua - nella volontà di superare ogni logica autoreferenziale per far conoscere meglio la nostra professione, le sue iniziative e le sue peculiarità, anche fuori dal contesto degli addetti ai lavori. Sul sito rinnovato trovano infatti spazio notizie sulle attività del Consiglio Nazionale e del sistema Ordinistico  per promuovere la professione di architetto e per valorizzarne il ruolo, così come tutti i temi connessi al mondo della progettazione per stimolare il dibattito sulla evoluzione delle nostre città e sulla valorizzazione e difesa dei territori, proseguendo il dialogo tra la comunità degli architetti, le istituzioni, la società civile e la politica”.

Dal nuovo sito, sul quale verrà via via implementata la piattaforma per erogare e gestire la formazione continua obbligatoria, sarà comunque possibile accedere alla versione precedente, denominata awn 2007/2014, i cui contenuti saranno comunque sempre navigabili in rete.

Roma, 15 gennaio 2015

Mappa del sito