Il Sole 24Ore Edilizia e Territorio
17 novembre 2014
Mauro Salerno

 

 

Uno studio impegnato nell'architettura dell'emergenza, un altro che ha fatto dell'innovazione, progettuale ma anche societaria, la sua cifra caratteristica. Sono i due team premiati quest'anno dal Consiglio nazionale degli architetti nell'ambito dei riconoscimenti i mirati a valorizzare i protagonisti dell'architettura italiana.

 

Tamassociati studio dell'anno 

Il premio come miglior architetto del 2014 è andato allo studio Tamassociati di Venezia (fondato nel 1996 con sedi anche a Bologna e Parigi). Proprio l'impegno nell'architettura "sociale" con tanti progetti per ospedali e centri di accoglienza in zone difficili del mondo o attraversate da conflitti ha convinto la giuria, presieduta da Mario Cucinella, a premiare il team veneto. Tra questi ricordiamo il complesso realizzato in Sierra leone per Emergency, il centro cardiaco e il pluripremiato ospedale in Sudan, i progetti di cohousing progettati a Treviso e Bologna. 

(...)

I romani Scape miglior giovane talento 

È andato invece allo studio romano Scape (uno dei pochi italiani organizzato fin dalla fondazione in forma di società per azioni e ora completamente attrezzato per la progettazione Bim) il riconoscimento che premia il miglior giovane talento. In particolare lo studio romano (con sede anche a Parigi) è stato premiato per la realizzazione dell'edificio multifunzionale di rue Paul Meurice a Parigi.  

(...)

Sono Ermete Realacci, Ada Lucia De Cesaris, Philippe Daverio. Martedì 27 gennaio l’assegnazione dei titoli e la consegna dei Premi “Architetto italiano 2013”,  “Giovane talento dell’architettura 2013”, “Raffaele Sirica 2014, Start up giovani professionisti”

La cerimonia di premiazione in programma il 27 gennaio sarà trasmessa in diretta streaming e darà diritto a 3 crediti formativi

Il 27 gennaio a Roma l’assegnazione dei titoli e la consegna degli Premi del CNAPPC

Mappa del sito