Il Sole 24Ore Edilizia e Territorio
20 dicembre 2012
Alessandro Lerbini

 

 

Un patto per le città con l'obiettivo di facilitare le trasformazioni urbane. E' stato presentato oggi a Roma Urban Pro, l'accordo di collaborazione tra Confcommercio, Ance, Consiglio nazionale degli architetti e Unioncamere finalizzato a rilanciare le politiche urbane dei centri cittadini sulla scia del Piano nazionale per le città 2012-2017 previsto dal decreto legge dello scorso giugno.

Urban Pro è un incubatore che ha l'obiettivo di assistere le rispettive organizzazioni impegnate e coinvolte nelle rigenerazioni urbane delle città e di interagire con il Governo Centrale, in particolare con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e il Ministero dello Sviluppo Economico, nella definizione di regole, modelli e strumenti che aiutino i processi di trasformazione e l'ottimizzazione delle risorse.

(...)

«E' indispensabile - dichiara il presidente del Consiglio nazionale architetti pianificatori paesaggisti, Leopoldo Freyrie - investire nelle città. Non siamo una lobby ma una struttura inserita nel territorio con regole chiare. Dobbiamo eliminare la bulimia burocratica che ci uccide. Bisogna ripartire dai quartieri: la desertificazione dei centri sta diventando un problema. E uno dei punti più importanti è la sicurezza: il 17% degli alloggi è abusivo e 10 milioni di abitazioni si trovano in condizioni pessime».

(...)

Un progetto per costruire iniziative territoriali a partire da un processo definito che individui precise aree di intervento e coinvolga gli interlocutori locali.

Alla Biennale dello Spazio Pubblico tavola rotonda tra istituzioni, architetti. Ance, Confcommercio, Unioncamere

Mappa del sito