Il Sole 24Ore Edilizia e Territorio 
1 giugno 2016
Pietro Verna

 

In tema di appalto integrato è legittima l'offerta in cui il concorrente dichiara di partecipare in forma singola per la parte avente ad oggetto l'esecuzione dei lavori, e con un raggruppamento temporaneo di professionisti per la sola progettazione esecutiva e l'avvalimento di due progettisti esterni (Consiglio di Stato n.1759/2016).

Con l'enunciazione di questo principio il massimo organo di giustizia amministrativo ha accolto il ricorso proposto contro la sentenza con la quale il Tar Puglia - Lecce aveva annullato l'aggiudicazione della progettazione esecutiva e dei lavori di recupero di un immobile del Comune di Carpignano Salentino «per incerta identità dell'offerente». Ciò in considerazione del fatto che la società costruttrice offerente aveva dichiarato di partecipare alla gara in veste di concorrente singola ed al tempo stesso comunicato di voler affidare la progettazione al proprio ufficio tecnico e a due progettisti esterni facenti parte di un raggruppamento temporaneo di professionisti (Rtp) di cui facevano parte questi ultimi, quali mandatari, e la predetta società, in qualità di mandataria. Il che, ad avviso del Tar, avrebbe dovuto indurre la stazione appaltante ad escludere l'offerta perché i due professionisti avevano assunto la veste di concorrenti e, come tali, avrebbero dovuto sottoscrivere l'offerta economica presentata dalla società mandataria.

La pronuncia del Consiglio di Stato 

Il Collegio muove dal presupposto che la fattispecie non appare incompatibile con l'articolo 53, comma 3 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, secondo cui in caso di appalti integrati di progettazione e esecuzione di lavori, il concorrente può indicare di avvalersi di progettisti qualificati «o di partecipare in raggruppamento con soggetti qualificati per la progettazione». Ragione per la quale - argomenta la sentenza - se è legittimo che in relazione all'esecuzione di un appalto integrato si formi un raggruppamento per l'esecuzione dei lavori ed un distinto raggruppamento per l'espletamento del servizio di progettazione, è altrettanto legittimo che l'esecuzione dei lavori sia affidata ad una impresa singola e la progettazione esecutiva a progettisti interni affiancati da progettisti esterni. Soggetti che assumono la veste di progettisti indicati e non di partecipanti alla gara . 

(...)

 

vai alla pagina web de Il Sole 24Ore Edilizia e Territorio con il testo dell'articolo (su abbonamento)

 

Mappa del sito