CONSIGLIERE COORDINATORE
arch. Walter Baricchi

ATTIVITÀ
Architetti e protezione civile

Il Dipartimento Cooperazione, Solidarietà e Protezione Civile si occupa delle tematiche relative all’Architettura dell’emergenza e umanitaria prioritariamente negli scenari colpiti da disastri, calamità, devastati da conflitti armati o interessati da povertà diffuse dove portare i principi della cooperazione e solidarietà della nostra categoria. Sviluppare e valorizzare l’impegno civile degli Architetti nelle situazioni di emergenza è un processo di maturazione professionale e di riconoscimento delle nostre capacità e competenze a servizio della Società e delle sue collettività.


Sono affrontate questioni di etica e formazione professionale con addestramenti e preparazioni specifiche, anche sugli aspetti della prevenzione del rischio, salvaguardia e tutela del patrimonio culturale. Per quanto riguarda la Protezione Civile si sta lavorando ad assicurare la collaborazione con il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile e il concorso al Nucleo Tecnico Nazionale nel quale confluiscono gli architetti qualificatesi con i corsi promossi a partire dal 2011 per la gestione tecnica dell’emergenza sismica, rilievo del danno e valutazione di agibilità. Questa prospettiva sarà ridiscussa, unitamente alla Rete delle Professioni Tecniche, dopo la conclusione della fase di emergenza del Sisma Italia Centrale.

 

Per avere maggiori informazioni sull'attività svolta è possibile consultare la sezione Home > Attività> Architetti e protezione civile nella quale sono archiviati, suddivisi per ambito, i materiali dei convegni, le normative e l’attività svolta negli scorsi mesi.

 

 

Comunicati Stampa

Sisma: al Consiglio Nazionale degli Architetti focus sulla prevenzione

 

La consapevolezza del rischio e, contemporaneamente, una nuova cultura della prevenzione sono i temi centrali del Seminario in programma a Roma domani, mercoledì 12 dicembre alle ore 14 (Via di Santa Maria dell’Anima, 10), nella sede del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori.

“Sono questi - sottolinea il Consigliere Walter Baricchi- gli obiettivi strategici degli scenari che traguardano la prevenzione-gestione dell’emergenza e i processi della ricostruzione. Il Seminario è una delle azioni derivate dal programma promosso dal Consiglio Nazionale per definire un nuovo rapporto tra architetti e protezione civile a servizio delle comunità e della società civile in cui operano”.

Il Seminario, che sarà aperto dallo stesso Baricchi, prevede gli interventi di Emanuela Guidoboni, Ricercatrice INGV, Coordinatrice Centro Euro-Mediterraneo di documentazione eventi estremi e disastri; Francesco Doglioni, Architetto IUAV; Gianluca Salvucci, Istat; Gianluca Valensise - Gabriele Tarabusi, INGV; Irene Cremonini, Architetto.

Sarà preceduto a partire dalle ore 10, 30 da un approfondimento sul tema “Architetti e Protezione Civile” nel corso del quale verrà anche fatto un bilancio delle attività messe in atto dal Consiglio Nazionale e dal Sistema degli Ordini territoriali a partire dal terremoto de L’Aquila del 2009. che hanno visto gli architetti italiani protagonisti decisivi nelle fasi di ricognizione del danno oltre che in quella della ricostruzione. Tutto ciò assicurando sempre supporto alle Istituzioni e sostenendo i principi di trasparenza, de-burocratizzazione, snellimento ed omogeneità delle procedure.

La giornata è destinata ai Presidenti degli Ordini territoriali, ai Consiglieri degli Ordini delegati per la Protezione Civile e ai Coordinatori dei Presìdi Regionali e Provinciali degli architetti per la Protezione Civile. Al Seminario del pomeriggio può partecipare qualsiasi architetto in collegamento webinar iscrivendosi alla piattaforma im@teria.

 

Roma, 11 dicembre 2018. 

 

Mappa del sito