salta ai contenuti
 
CNAPPC
 

Architetti: a Tokio il Congresso mondiale dal 25 al 28 settembre.

 

La presenza italiana alla manifestazione dell'UIA (Unione Internazionale degli Architetti) coordinata dal Consiglio Nazionale degli Architetti con il supporto dei Ministeri per i Beni e le Attività Culturali, dello Sviluppo economico e del MAXXI.

Roma, 19 settembre  2011. Fare il punto sulle pratiche e sulle modalità di gestione che possono determinare una diffusa qualità architettonica per assicurare alle opere che saranno progettate e realizzate nei prossimi anni un adeguato livello di durabilità, economicità e sostenibilità ambientale, economica e sociale: sono queste le finalità alle quali si ispira la presenza del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori al ventiquattresimo Congresso Mondiale degli Architetti  - "Design 2050, Beyond disasters, through solidarity, towards sustainability" - organizzato dall'UIA (Unione Internazionale degli Architetti) a Tokyo, dal 25 al 28 settembre.

Nel padiglione italiano - ITALIA 2050 - saranno presentati una serie di progetti di qualità  materiali audiovisivi selezionati e coordinati dal Consiglio Nazionale con il supporto dei Ministeri per i Beni Culturali e dello Sviluppo Economico, con il Maxxi, con università ed istituzioni culturali e con il contributo degli Ordini provinciali degli Architetti.

Le opere saranno illustrate attraverso una serie di video multimediali:

"La realtà italiana contemporanea - Italy Now", mostra della selezione promossa dall'Istituto Italiano di Cultura di San Francisco e dalla  Facoltà di Architettura della Seconda Università di Napoli "Luigi Vanvitelli", curata dal professor Mario Pisani, che censisce, attraverso cento progetti che rappresentano tutte le regioni italiane, la produzione architettonica dell'ultimo decennio: accanto a maestri di indiscussa fama e qualità sono presenti opere di giovani progettisti provenienti da contesti non metropolitani ad attestare la vitalità e l'energia dell'architettura italiana contemporanea;

"Strategie per la promozione dell'architettura di qualità - Qualità Italia" che riguarda l'esperienza dei concorsi di progettazione promossi dai Ministeri per i Beni e le Attività Culturali e dello Sviluppo Economico nell'Italia meridionale; questa iniziativa ribadisce il ruolo sociale dell'architettura riaffermando la responsabilità dei progettisti e dei committenti rispetto alle emergenze ambientali che caratterizzano la società contemporanea: principi, questi, ai quali è orientata da sempre l'azione del Consiglio Nazionale degli Architetti e che trova piena attuazione nel progetto e nella mostra "Architettura in con/corso. L'esperimento di Qualità Italia" presentata e prodotta in collaborazione con il MAXXI Architettura;

 "Strategie per la promozione dell'architettura";  "Concorso Building a museum. Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara" che tratta il tema dell'inserimento di un'importante opera d'architettura contemporanea nel delicato contesto storico delle città italiane attraverso l'esempio del nuovo Museo Nazionale dell'Ebraismo e della Shoah che avrà sede nel complesso delle ex-carceri della città di Ferrara. Realizzato secondo il progetto vincitore di un concorso internazionale rappresenta un eccellente esempio di dialogo tra architettura antica e quella contemporanea in un corretto rapporto tra la città storica e la sua odierna evoluzione.

All'interno del padiglione del CNAPPC saranno inoltre proiettate le immagini relative ai premi "Raffaele Sirica" ed "Archiprix" promossi dal Consiglio Nazionale per valorizzare la cultura della sicurezza e valorizzare le tesi di laurea svolte presso le facoltà italiane; nell'occasione saranno anche proiettate delle immagini relative al territorio e all'architettura italiana attraverso i contributi pervenuti dagli Ordini provinciali degli Architetti.

All'interno di ITALIA 2050 è infine prevista la performance "Face to face", realizzata dalla Federazione degli Ordini degli Architetti dell'Emilia Romagna, che tratterà il rapporto tra comunicazione e convivialità. La precedente edizione del Congresso mondiale degli Architetti - organizzata dal Consiglio Nazionale degli Architetti svoltasi all'insegna del motto 'l'architettura è per tutti' -  si è tenuta a Torino nel 2008 ed ha avuto come tema "Trasmitting Architecture" .
 
 
 
 
 
Area Riservata
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
torna ai contenuti torna all'inizio